ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri a Urumqi, oggi chiuse moschee

Lettura in corso:

Scontri a Urumqi, oggi chiuse moschee

Dimensioni di testo Aa Aa

Moschee chiuse a Urumqi, capitale dello Xinjiang, nel giorno della preghiera del venerdi per timore di nuovi scontri. La popolazione è stata invitata e pregare in casa. La presenza di forze di sicurezza è massiccia. Il governo cinese ha inviato nuove truppe a presidiare l’ingresso dei piu importanti luoghi di culto della città.

“Non c‘è più la preghiera del mattino, non c‘è piu’la preghiera del venerdi. Non possiamo andare in moschea” dice un abitante uiguro. Il 5 luglio gli scontri tra minoranza uiguri e Han, che colonizzano la regione dagli anni Quaranta, hanno causato 156 morti. “Uiguri che attaccano Han, Han che attaccano Uiguri,che senso ha? Spero che la pace torni presto” afferma un abitante Han. Nei giorni scorsi gli arrestati sono stati oltre 1400. Per loro ora Pechino chiede “punizioni severe”.