ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Michael Jackson, la polizia apre un'inchiesta

Lettura in corso:

Michael Jackson, la polizia apre un'inchiesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Una morte sempre più avvolta dal mistero quella di Michael Jackson. Tanto che la polizia di Los Angeles ha aperto un’inchiesta e sta valutando l’omicidio come possibile causa della repentina scomparsa del re del pop, avvenuta lo scorso 25 giugno per arresto cadiaco.

Mentre si attendono i risultati dei test tossicologici, effettuati durante l’autopsia, secondo gli investigatori due restano le ipotesi di indagine più plausibili per spiegare la morte del cantante: assassinio o overdose da farmaci. Michael Jackson faceva un uso smisurato di medicinali tra cui ansiolitici, come lo Xanax, e anestetici, come il Diprivan, usato solo in sala operatoria e che Jackson si sarebbe fatto iniettare a casa, dal proprio medico. Come il re del pop riuscisse a procurarsi tutti questi farmaci e in dosi così massicce è la domanda che ora si pongono gli inquirenti.