ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intervista al Presidente della Corea del Sud Lee Myunk-bak

Lettura in corso:

Intervista al Presidente della Corea del Sud Lee Myunk-bak

Dimensioni di testo Aa Aa

Il popolo e il governo sudcoreani sono pronti per qualunque evenienza dovesse presentarsi sulla penisola coreana.

Sono le dichiarazioni rilasciate a Varsavia dal Presidente della Corea del Sud Lee Myunk-bak ai microfoni di Euronews. Dichiarazioni fatte in seguito al lancio di missili, al secondo test nucleare alle minacce fatte dalla vicina Corea del Nord. Lee-Myung-bak e’ in Europa per il G Otto, per celebrare il ventesimo anniversario delle relazioni con la Polonia e per definire l’accordo sul libero commercio tra l’Unione Europea e la Corea del Sud. EURONEWS Signor Presidente, poiche’ nella confinante Corea del Nord, nelle ultime 6 settimane ci sono stati un test nucleare e diversi lanci sperimentali di missili, molti dei quali solo pochi giorni fa, devo chiederle: quanto e’ pericoloso il suo vicino? LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD In generale ci sono alcune preoccupazioni urgenti relative alla sicurezza. Il terrorismo e’ una di queste e, se si guarda ai singoli paesi, allora la questione Nord Coreana e’ indubbiamente molto seria. Uno dei timori riguarda la proliferazione nucleare della Corea del Nord. Se, ad esempio, del materiale nucleare viene esportato in altri regimi, la sicurezza globale sara’ seriamente messa in pericolo. Questo e’ uno dei motivi per cui la questione Nord Coreana e’ molto seria. EURONEWS Il lancio dei missili ed, in particolare, il test nucleare hanno provocato reazioni in tutto il mondo. Mi domando come vi siete sentiti a Seul, cosi’ vicino al luogo dei test. LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD Popolo e Governo della Corea del Sud sono pronti per qualunque emergenza. Significa essere pronti militarmente e preparare psicologicamente il popolo ad affrontare qualunque cosa. Il popolo sud coreano e’ in allerta da quando, sessanta anni fa il nostro paese fu diviso. Tuttavia, non siamo completamente presi dalla Corea del Nord, le persone vivono la quotidianita’ normalmente, e la nostra economia va avanti come al solito, cosa che trovo piuttosto gratificante. EURONEWS Come definirebbe la sua controparte a Pyongyang, Kim Jong-il? LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD Il presidente Kim-Jong-il e’ il leader di uno dei paesi piu’ isolati del mondo. Come sappiamo, il ventunesimo secolo rappresenta un’epoca nella quale quasi tutte le nazioni del mondo si stanno aprendo, e, attraverso la cooperazione internazionale sviluppano le proprie economie. La Corea del Nord e’, probabilimente, l’unico paese al mondo ad essere ancora cosi’ isolato, e questo e’ un aspetto difficile da capire per molte persone. EURONEWS In una certa misura, è ancora piu’ isolato da quando la vostra politica negli ultimi 10 anni è molto cambiata. State assumendo intenzionalmente un atteggiamento piu’ aggressivo nei confronti della Corea del Nord? LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD Le precedenti amministrazioni sud coreane hanno destinato, negli ultimi 10 anni, circa 4.3 miliardi di euro di aiuti alla Corea del Nord. L’idea era quella di aprirsi, ma non ha funzionato. Adesso hanno armi nucleari o stanno cercando di farle. La mia nazione cerca di incoraggiare la Corea del Nord a sedersi al tavolo delle trattative. (Naturalmente) Uno dei mezzi che useremo sara’ la risoluzione recentemente adottata dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. EURONEWS Sembra che al momento la Corea del Nord ignori chiunque e che faccia semplicemente tutto quello che vuole. (Quale sarà) La prossima mossa? LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD Innanzitutto, mi rendo conto che nella Corea del Nord ci sono delle questioni interne molto complesse che ne determinano l’attuale comportamento. Essendo consapevole di tutto cio’, il mio governo continuera’ a rafforzare la cooperazione internazionale, specialmente con paesi come la Cina e la Russia, sono estremamente favorevoli a una soluzioni pacifica del problema. Tradizionalmente, molti paesi membri dell’Unione Europea, hanno avuto per un lungo periodo di tempo rapporti molto stretti con la Corea del Nord. Vorrei quindi sperare che continueranno ad interessarsi, in modo da poter raggiungere una soluzione pacifica al problema nucleare della Corea del Nord. Penso che con una stretta cooperazione internazionale si possa incoraggiare la Corea del Nord a tornare al tavolo delle trattative. Sara’ difficile, ma non impossibile. EURONEWS State negoziando un accordo di libero commercio con l’Unione Europea, quanto siete andati avanti nelle trattative, e quanto manca alla sua realizzazione? LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD Siamo in trattativa con l’Unione Europea per l’accordo sul libero commercio da un bel po’ di tempo, e credo davvero che siamo alle battute finali. Naturalmente, mi rendo conto che L’Unione Europea deve risolvere al suo interno alcune posizioni di singoli stati membri. Quando avverrà, crediamo questa estate, a Luglio o ad Agosto, annunceremo la conclusione dei negoziati. EURONEWS Gli oppositori a tale accordo, qui nell’Unione Europea, temono un flusso di macchine coreane a buon mercato, mi scusi, macchine coreane economiche. LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD L’indutria automobilistica e’ solo un’aspetto. Ci sono molti altri beni, prodotti e servizi che circoleranno tra Corea e Unione Europea. Per alcuni aspetti ci saranno dei vantaggi per un paese e meno per l’altro. Ma nell’insieme credo che portera’ molti vantaggi ad entrambi. Per quanto riguarda le automobili, credo siano ugualmente, o anche piu’ care delle loro equivalenti europee. Quindi adesso si tratta di qualita’. E di competizione tra automobili coreane ed europee. Inoltre, un accordo dara’ agli industriali del settore automobilistico un maggiore accesso al mercato coreano, nel quale hanno gia’ una sostanziale partecipazione. In piu’, avranno un punto di partenza per entrare in altri mercati del nord est asiatico e dell’Asia in generale. Se si guarda alla cosa in maniera olistica, credo che, sia la Corea del Sud che l’Unione Europea, ne trarranno molti benefici. EURONEWS Sig. Presidente lei ha citato il G Venti, ma questa settimana c’e’ il G Otto. Il G Otto e’ obsoleto, ha ancora un senso? LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD Ci sono molte sfide globali e credo che il G Otto non sia adatto ad affrontare efficacemente tutte le questioni globali del futuro. E’ per questo che c’e’ il G Venti, i membri del G Otto piu’ i mercati emergenti e in via di sviluppo, in tal modo, attraverso la cooperazione internazionale possono lavorare insieme per risolvere alcuni dei problemi piu’ urgenti. Credo che il G Otto sia obsoleto? Assolutamente no. Cedo che il G Otto abbia un ruolo ed una responsabilita’ importanti ed unici, ma ,allo stesso tempo credo che il G Venti abbia molti modi per contribuire alla risoluzione dei problemi globali. EURONEWS Signor Presidente, vorrei chiederle di un suo gesto che e’ stato ampiamente raccontato e che e’ davvero molto inusuale per il leader di un paese. Lei sta donando tutto il suo patrimonio, puo’ spiegarmi… LEE MYUNG BAK PRESIDENTE COREA DEL SUD E’ un po’ imbarazzante che lei lo citi, ma certamente tra tutti i presidenti in carica spicco per il fatto di donare, di restituire il mio patrimonio personale alla societa’. Sono cresciuto in estrema poverta’ e nella mia vita sono stato aiutato da molte persone che erano in una situazione simile alla mia. Sono diventato Presidente grazie al loro aiuto. Ora che ne ho la possibilita’, sento che e’ mia responsabilita’ restituire quanto sono riuscito a guadagnare, specialmente per coloro i quali pur essendo gran lavoratori non se la passano molto bene. Considero pura gioia il fatto di poterlo fare.