ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Continua la violenza in Iraq. Una quarantina di morti per attentati in tutto il paese

Lettura in corso:

Continua la violenza in Iraq. Una quarantina di morti per attentati in tutto il paese

Dimensioni di testo Aa Aa

Dieci giorni dopo l’inizio del ritiro delle forze armate statunitensi, l’Iraq continua a registrare gravi e sanguinosi attentati.

Una quarantina le vittime di una ondata di attacchi in tutto il paese. A Tal Afar, nel nord, due bombe fatte esplodere in successione hanno causato almeno 34 morti e 70 feriti. Sangue anche nella capitale Baghdad. Nel quartiere sciita di Sadr City altre due cariche sono scoppiate in un mercato popolare, uccidendo sei persone e ferendone almeno 25. Questi attentati arrivano all’indomani di un’altra ondata di attacchi in villaggi sciiti vicino Mosul, che hanno causato 16 vittime. E sempre stamane, nel cuore della capitale irachena, il governatore della Banca centrale irachena, Sinan al-Shabibi, è uscito illeso da un assalto armato. Al passaggio della sua auto, nel quartiere di Qarrada, una bomba collocata lungo la strada è stata fatta esplodere, ferendo due uomini della scorta e tre civili.