ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al G8 obiettivi comuni su clima e commercio

Lettura in corso:

Al G8 obiettivi comuni su clima e commercio

Dimensioni di testo Aa Aa

Accordo sul clima e rilancio dell’economia globale. Sono stati i temi della seconda giornata del summit dell’Aquila. I paesi del G8 a confronto con India, Cina, Sud Africa e Messico che compongono il G5 e con Australia, Corea del Sud e Indonesia hanno raggiunto un’intesa sul limite dell’innalzamento della temperatura: due gradi celsius sopra i livelli preindustriali. Grande novità è l’iniziativa di una partnership globale per promuovere l’utilizzo di tecnologie pulite.

Il presidente americano Barak Obama: “Abbiamo raggiunto un accordo anche sul fatto che le misure intraprese per ottenre le riduzioni dovranno essere misurabili, pubblicabili e verificabili. Inoltre, abbiamo stabilito di identificare il più presto possibile un “anno di picco” a partire dal quale le emissioni globali dovranno iniziare a cadere. Si tratta di passi in avanti molto significativi per affrontare questa sfida”. Gli investimenti pubblici sono destinati a raddoppiare entro il 2015 e prevedono la partecipazione dei paesi a un nuovo istituto globale per la cattura e il sequestro del carbonio. L’accordo non ha visto l’adesione della Cina che critica la disparità degli sforzi tra paesi ricchi, paesi emergenti e paesi in via di sviluppo. La tutela degli ecosistemi è anche garanzia delle riserve alimentari, perché il clima è alla base delle produzioni agricole, soprattutto nei paesi poveri: la seconda importante decisione del summit verte sull’impegno a trovare una conclusione entro il 2010 dei negoziati del Doha round sulle regole del commercio internazionale, per dare una spinta importante alla ripresa economica mondiale.