ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il tributo a Michael Jackson seguito in tutto il mondo

Lettura in corso:

Il tributo a Michael Jackson seguito in tutto il mondo

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è chi calcola che siano stati fino a un miliardo, a seguire la cerimonia dello Staples Center dalla tivù, da internet o dai maxi schermi installati in giro per il mondo.

Come a Harlem, quartiere tradizionalmente nero di New York, dove un fan commenta: “Sono cresciuto con Mike e con tutta la famiglia Jackson, e lo considero come un fratello. Ancora adesso non riesco a credere che non ci sia più”. Visione al chiuso, invece a Berlino, per 5 mila fan, molti dei quali hanno anche lasciato le loro condoglianze scritte su un libro messo a disposizione degli intervenuti. “È una bella idea aver organizzato quest’evento – dice una partecipante – , per permettere ai fan di esprimere il loro dolore. Sono contenta di essere riuscita a venire qui”. Un ragazzino esprime così il suo desiderio: “Auguro a Michael Jackson di continuare a fare musica in paradiso e di continuare a ballare”. A Milano, appassionati di Jacko, curiosi e turisti hanno potuto seguire la cerimonia dal maxischermo di piazza Duomo. Palloncini colorati per Michael a Mosca, nel giorno in cui era in visita un altro illustre americano di colore, Barack Obama. Come se la guerra fredda non fosse mai esistita. Per i cinesi di Hong Kong il tributo al re del pop è iniziato prima della cerimonia di Los Angeles: un fan club ha organizzato un raduno con esibizioni di star locali e gente comune. Tra musica e moonwalking.