ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Pechino accusa gli Uighuri: "Manovre separatiste". Ma l'opposizione nega


Cina

Pechino accusa gli Uighuri: "Manovre separatiste". Ma l'opposizione nega

Teatro del difficile confronto la regione nord-occidentale della Cina popolata dala minoranza musulmana e turcofona degli Uighuri, che rappresenta almeno la metà degli otto milioni di abitanti.

Pechino accusa la dissidenza del Congresso mondiale Uighuro di aver programmato e fomentato i disordini nel quadro di un progetto che punta all’indipendenza. Dall’esilio di Washington tuttavia Rebya Kadeer, considerata una dei leader dell’opposizione cinese, ha respinto le accuse di separatismo, sostenendo che gli incidenti sono scoppiati dopo che le forze dell’ordine cinesi avrebbero aperto il fuoco contro una manifestazione pacifica.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Crisi economica a aiuti allo sviluppo: al via domani il G8 in un Aquila blindata.