ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Slitta la conferma di Barroso

Lettura in corso:

Slitta la conferma di Barroso

Dimensioni di testo Aa Aa

La conferma di Josè Manuel Durao Barroso alla presidenza della Commissione europea non sarà portata all’attenzione del Parlamento nella sessione inaugurale del 15 luglio. Se ne riparlerà, forse, a settembre. Lo ha affermato il presidente di turno dell’Unione, Fredrik Reinfeldt, primo ministro svedese al termine dell’incontro avuto a Stoccolma con il presidente francese Nicolas Sarkozy.

Tra Svezia e Francia sul fronte Turchia le distanze restano immutate. “Primo punto: tengo particolarmente al funzionamento dell’Europa. Secondo punto: tengo moltissimo al fatto che la Turchia resti un ponte tra l’Oriente e l’Occidente. Terzo punto: con il primo ministro svedese ci siamo messi d’accordo sui termini, rispettando ognuno le convinzioni dell’altro. La Francia non si opporrà all’apertura di nuovi capitoli sotto la presidenza svedese a condizione che questi capitoli prevedano l’associazione della Turchia e non l’integrazione”. Una questione di termini, appunto. La Francia non vuole l’ingresso di Ankara nell’Unione, al massimo è disposta a concederle un partnerariato speciale. La Svezia invece si è sempre battuta perchè l’adesione fosse completa e a pieno titolo. Il confronto non si esaurisce qui e in ogni caso non è una questione a due.