ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: per la procura di Monaco, Demjanjuk è idoneo a essere processato

Lettura in corso:

Germania: per la procura di Monaco, Demjanjuk è idoneo a essere processato

Dimensioni di testo Aa Aa

John Demjanjuk, il presunto boia del campo di concentramento di Sobibor, in Polonia, è idoneo a essere processato dalla giustizia tedesca. Per la procura di Monaco di Baviera, che lo ha sottoposto a esami medici, le sue condizioni gli consentono di sostenere due sessioni al giorno, di 90 minuti.

89 anni, nato in Ucraina, Demajanjuk è stato estradato il mese scorso dagli Stati Uniti, dove abitava dal 1952: l’accusa è di aver partecipato allo sterminio di 29 mila ebrei tra il marzo e il settembre 1943. In queste fotografie d’epoca, c‘è chi lo riconosce nei panni di un carceriere in un campo nazista. Eppure ricostruire la storia di Demjanjuk non è semplice, come dimostrano i suoi trascorsi giudiziari. Nell’86, è estradato in Israele e condannato alla pena di morte. Per i giudici, è Ivan il terribile, famigerato custode del campo di Treblinka. Due anni più tardi, però, la corte suprema annulla la condanna perché emergono dubbi sulla sua identità. Ma non è finita. Nel ’99 la giustizia americana torna ad accusarlo di aver lavorato per i nazisti e nel 2002 gli ritira la cittadinanza. Questa volta i giudici dovranno dimostrare che è stato un carceriere nel campo di sterminio di Sobibor. Il nuovo processo a carico di Demjanjuk potrebbe iniziare in autunno e con buona probabilità sarà anche l’ultimo, in Germania, contro un criminale nazista.