ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: via al ritiro delle truppe USA dai centri urbani

Lettura in corso:

Iraq: via al ritiro delle truppe USA dai centri urbani

Dimensioni di testo Aa Aa

È un giorno di festa e di paura, in Iraq: come previsto, entro la mezzanotte di oggi le truppe americane lasciano le aree urbane del Paese, e si ridispiegano in zone più isolate. Polizia ed esercito iracheni prendono il loro posto, e anche se lo spostamento dei 135.000 militari americani è visto come un momento storico, tale da valere una festa nazionale, molti temono che in realtà la sicurezza non possa essere garantita allo stesso modo, e che sia ineluttabile un ritorno della violenza ad alto livello.

Festa, dunque, ma anche speranza mista a paura, come nelle parole di quest’uomo: “Davvero, siamo molto contenti che le forze di sicurezza irachene si prendano le loro responsabilità. Se Dio vuole saranno in grado di garantire la sicurezza. Viva l’Iraq”, aggiunge, ripetendolo più volte. Un augurio, per il futuro. Il 30 giugno sarà, d’ora in poi, festa nazionale. La giornata non è comunque delle migliori per i militari a stelle e strisce: quattro di loro, feriti ieri in uno scontro a fuoco, sono morti. Ora, mentre i colleghi iracheni sono già al lavoro nell’area di Baghdad e delle altre principali città, con pattuglie e posti di blocco ma anche interventi ordinari, i militari americani si contrano in tredici basi, la metà delle quali non troppo lontane da Baghdad.