ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, al via la commissione parlamentare sul burqa

Lettura in corso:

Francia, al via la commissione parlamentare sul burqa

Dimensioni di testo Aa Aa

Una donna col velo integrale in centro a Parigi attira sempre gli sguardi. All’indomani delle parole del Presidente della Repubblica Nicolas Sarkozy sul burqa, il parlamento francese vara una commissione che per 6 mesi analizzerà la questione:

“E’ il simbolo del fascismo, dell’oppressione delle donne, della talebanizzazione della religione” s’infuria un’esponente del movimento ‘Nè puttane, nè sottomesse’, che milita in difesa dei diritti delle donne. “Il burqa non è il benvenuto nella Repubblica” ha detto Sarkozy lunedì a Versailles. Un tema che divide: “Il burqa non c’entra con la religione, è un fatto culturale” dice un cittadino della capitale francese. “Se qualcuno arriva dall’estero con il burqa, cosa fate? Gli dite no, non ha diritto di entrare in Francia?”. Chems-eddine Hafiz, avvocato della moschea di Parigi, sottolinea i rischi di una radicalizzazione del discorso sul burqa: “Attraverso questo tentativo di umiliare la libertà individuale non si rischia, una volta di più, di stigmatizzare la nostra religione?” si domanda. In nome della laicità della repubblica, già nel 2004 Parigi aveva proibito di ostentare simboli religiosi – compreso il velo islamico – nella pubblica amministrazione.