ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentato contro il presidente ingusceto. Il Cremlino al leader ceceno: "Elimina i banditi"

Lettura in corso:

Attentato contro il presidente ingusceto. Il Cremlino al leader ceceno: "Elimina i banditi"

Attentato contro il presidente ingusceto. Il Cremlino al leader ceceno: "Elimina i banditi"
Dimensioni di testo Aa Aa

È stato operato ed è fuori pericolo il presidente dell’Inguscezia Iunus-Bek Ievkurov, ferito in un attentato. Nell’attacco sono rimaste uccise tre guardie del corpo. Un ordigno con una potenza pari a 70 chili di tritolo è esploso al passaggio del convoglio su cui si trovava Ievkurov. Secondo le autorità locali l’esplosivo era stato collocato a bordo di un auto guidata da un kamikaze.

Ievkurov, ex paracadutista, è stato nominato a ottobre presidente della repubblica del Caucaso al confine con la Cecenia, segnata da una ribellione separatista d’ispirazione islamica. Nel 2000 l’allora presidente russo Putin lo decorò con la medaglia di “Eroe della Russia” per i suoi meriti nelle campagne militari del Caucauso. L’Inguscezia, repubblica vicino alla Cecenia, è in lotta contro Mosca dall’inizio degli anni 2000. Un’escalation di violenza simile a quella di oggi ci fu nel 2004 quando diverse personalità furono uccise in attentati. Una risposta agli attentatori, per il Cremlino, verrà dalle autorità di Grozny. Per questo il presidente Medvedev ha convocato a Mosca il presidente ceceno Kadirov, incaricandolo di “ripristinare l’ordine e eliminare la guerriglia residua”.