ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: la comunità internazionale esprime preoccupazione per la repressione

Lettura in corso:

Iran: la comunità internazionale esprime preoccupazione per la repressione

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto il mondo sta guardando verso l’Iran ha detto un Barack Obama preoccupato, dopo il sermone della guida suprema Khamenei. Il presidente statunitense ha mantenuto i toni cauti, ma ha precisato che è da questa crisi che si capirà da cosa è composta la leadership iraniana.

Dichiarazioni che arrivano a poche ore dall’approvazione al Congresso di una risoluzione contro la repressione dei manifestanti iraniani: “Dobbiamo unire il mondo intero intorno alla causa del popolo iraniano – ha detto il democratico Berman – ed esorto l’amministrazione e il presidente Obama a seguire la linea del Congresso, cioè di sostenere il popolo iraniano nella loro ricerca verso la libertà e il rispetto dei diritti umani.” Anche in Europa c‘è preoccupazione: dal vertice di Bruxelles i rappresentanti dei 27 hanno chiesto nuovamente a Teheran di garantire a tutti i cittadini il diritto a manifestare. In alcune città europee si sono svolti anche dei cortei: “E’ diventato molto difficile comunicare con l’ Iran -dice un’attivista – Sono state tagliate le linee di molti cellulari e quando chiamiamo ai fissi spesso da il segnale di occupato. Oppure mentre parliamo e diciamo alcune parole chiave, cade la linea. E’ diventato impossibile mandare le foto via internet sono state infatti tagliate le connessioni veloci”. Un monito a Teheran è arrivato anche dall’Onu che da Ginevra si è appellato alla necessità di rispettare la legalità e di tenere a freno le milizie del regime.