ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremotati dell'Abruzzo protestano a Roma contro il decreto del governo

Lettura in corso:

Terremotati dell'Abruzzo protestano a Roma contro il decreto del governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Erano in un migliaio i terremotati dell’Abruzzo che ieri si sono dati appuntamento a Roma per manifestare contro le scelte del governo in tema di ricostruzione.

Obiettivo della protesta, il decreto legge in discussione a Montecitorio, che non piace per diversi motivi: ad esempio non prevede la copertura dei costi per ristrutturare le case dei non residenti. “Di fronte a questa gestione scandalosa dei soccorsi, gli acquilani, che pure sono pazienti, non possono fare altrimenti che reclamare trasparenza, ricostruzione e partecipazione della società civile nelle scelte che riguardano la loro vita”. In molti, tra gli sfollati dell’Aquila, rinfacciano al governo di occuparsi più dell’organizzazione del G8 che della riapertura del centro storico. “Il G8… beh, quello che ne penso come terremotato, è che non me ne importa niente del G8. Me ne importa soltanto perché ho visto che in città stanno costruendo strade per collegare alla sede del G8, quando il nostro centro storico continua a essere pericolante e nessuno fa niente. Continuano a esserci scosse, e i palazzi stanno peggiorando”. Il sindaco dell’Aquila ha ricordato all’esecutivo la promessa di ricostruire in tempi rapidi. Il premier Berlusconi tornerà oggi nel capoluogo abruzzese, mentre la camera si pronuncerà sul decreto legge.