ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Minsk rafforza i controlli doganali alla frontiera con la Russia

Lettura in corso:

Minsk rafforza i controlli doganali alla frontiera con la Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bielorussia introduce nuovi e più stretti controlli doganali alla frontiera con la Russia, in risposta a quella che Minsk considera una guerra commerciale avviata da Mosca.

La decisione segue mesi di tensioni tra i due paesi, un tempo stretti alleati. Minsk rinfaccia alla Russia di vendere a caro prezzo il suo gas; Mosca non gradisce le aperture della Bielorussia nei confronti dell’Unione europea. La situazione è degenerata all’inizio di giugno, quando la Russia ha bandito l’importazione di latte e derivati dalla Bielorussia, per ragioni di sicurezza alimentare. Un accordo raggiunto ieri potrebbe stemperare la guerra del latte, ma per ora i rapporti restano tesi. Basti pensare che domenica scorsa il presidente bielorusso Lukashenko ha snobbato un summit in Russia dell’organizzazione del patto di sicurezza collettiva, incaricato di creare una comune forza di pronta reazione degli eserciti ex sovietici. Secondo gli analisti, la Bielorussia è troppo dipendente dal mercato russo per voltare davvero le spalle al Cremlino, ma i recenti dissaporti rischiano di lasciare il segno.