ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran, Mussavi dichiara giovedì giornata di lutto per le vittime della protesta

Lettura in corso:

Iran, Mussavi dichiara giovedì giornata di lutto per le vittime della protesta

Dimensioni di testo Aa Aa

In Iran la tensione resta alta cinque giorni dopo le elezioni presidenziali contestate. Il candidato dichiarato sconfitto Mirhossein Mussavi ha invitato i suoi sostenitori a osservare domani una giornata di lutto davanti alle moschee per le sette vittime uccise durante una manifestazione.

Anche ieri per le strade di Teheran si sono confranti i sostenitori di Mussavi e quelli del presidente Ahmadinejad. Il consiglio dei Guardiani ha intanto cominciato un riconteggio parziale delle schede che dovrebbe terminare domenica. Mussavi aveva invece chiesto di annullare lo scrutinio e di organizzarne un altro. Cosa esclusa per il momento dalla guida suprema della rivoluzione, Ali Khamenei, che in occasione delle presidenziali aveva parlato di grande festa per il popolo iraniano. E che oggi riconosce il bisogno di svolgere un’inchiesta sulle elezioni. La repressione della protesta è stata documentata dagli stessi manifestanti, anche perché i giornalisti stranieri sono stati confinati negli alberghi e i pochi che si sono avventurati per le strade sono stati arrestati. “Queste persone che stanno filmando le manifestazioni e le stanno diffondendo all’estero corrono dei rischi – dice Jean-Francois Juillard, segretario di reporter senza frontiere -. Possono anche essere arrestati”. Youtube, twitter e altri siti che permettono agli utenti di esprimersi in rete stanno diventando la vera voce del popolo iraniano che protesta. I Pasdaran hanno avvertito che chi diffonderà notizie e immagini su internet sarà severamente punito.