ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Barroso verso il secondo mandato, ma non è Delors

Lettura in corso:

Barroso verso il secondo mandato, ma non è Delors

Dimensioni di testo Aa Aa

Non ci sono ostacoli alla rielezione di José Manuel Durao Barroso, 53 anni, alla presidenza della Commissione europea: mancano alternative credibili e gode del sostegno trasversale dei popolari e dei socialisti, che non giungono compatti all’appuntamento.

Barroso nasce politicamente nella gioventu’ marxista leninista, prima della Rivoluzione dei Garofani. All’inizio degli anni 80, dopo un lungo periodo di formazione negli Stati Uniti, ha vestito i panni del conservatore per entrare nel partito di centro-destra portoghese, PSD, di cui fa tutt’ora parte. Filo-americano e liberista: Barroso piace a Tony Blair, è lui a spingere per la sua elezione a Bruxelles. Dopo una breve parentesi da premier è nominato a sospresa nel 2004 alla guida della Commissione europea. Nel quinquennio che si lascia alle spalle Barroso ha confermato l’ approccio liberista, che ora è chiamato a ridimensionare in campo finanziario, se vorrà ricevere il voto di Parigi e Berlino. Barroso si accinge a replicare, come accadde a Jaques Delors. Secondo i suoi detrattori, non in virtu’ di una visione innovativa per l’ Europa, quanto per l’attitudine alla mediazione e la tenacia nel perseguire questo obiettivo.