ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste e censura: in Iran la lotta sul web

Lettura in corso:

Proteste e censura: in Iran la lotta sul web

Dimensioni di testo Aa Aa

La lotta tra riformatori e conservatori non si svolge solo per le strade di Teheran. Ma anche davanti ai computer, tra la censura che il regime di Ahmadinejad instaura e rafforza e gli escamotage che gli oppositori adottano per aggirarla.

La vittima per eccellenza è la rete. I grandi motori di ricerca, i siti dei mezzi di informazione internazionale, sono inaccessibili. “Il governo crede che bloccando i siti web, tagliando le linee dei cellulari si possano fermare le proteste e gli scontri in tutto l’Iran. Lo scopo è impedire alla gente di comunicare. Ma quando c‘è determinazione non c‘è censura che tenga” dice un sostenitore di Moussavi. Il tentativo di censurare internet da parte del governo è comprensibille alla luce del fatto che oltre un terzo della popolazione utilizza utilizza il web.