ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dalle autorità iraniane apertura per ricontare i voti

Lettura in corso:

Dalle autorità iraniane apertura per ricontare i voti

Dimensioni di testo Aa Aa

I morti e i feriti di ieri non cambiano nulla sullo scrutinio presidenziale. Il Consiglio dei Guardiani si dice pronto a ricontare parte dei voti, ma per ora, niente annullamento del risultato. L’annuncio è arrivato all’indomani di una protesta che ha portato in piazza centinaia di migliaia di sostenitori di Moussavi. Il presidente del Parlamento Ali Larijani ha respinto le preoccupazioni della comunità internazionale: “Alcuni Paesi europei – ha detto -stanno lottando contro la crisi economica e hanno seri problemi interni, ma trovano il tempo di prendere una dura posizione verso le elezioni iraniane”.

Bruxelles ha chiesto all’Iran di fare chiarezza sullo svolgimento dello scrutinio. Il ministero degli Esteri iraniano ha convocato i diplomatici della Repubblica Ceca, presidente di turno dell’Unione, per presunte ingerenze nella politica interna iraniana. I residenti di Teheran cercano spiegazioni a quanto sta accadendo, gli esperti analizzano possibili scenari. Secondo alcuni, la divisione tra riformisti e conservatori potrebbe risolversi a favore di una maggiore apertura da parte delle autorità iraniane. La disponibilità a ricontare i voti rappresenta la prima apertura delle autorità iraniane. La cronaca registra però una protesta che si allarga fuori Teheran, dove restano i segni degli scontri, e una serie dei arresti di esponenti riformisti.