ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Influenza A. Timori per il primo decesso in Europa


Regno Unito

Influenza A. Timori per il primo decesso in Europa

La morte di una paziente scozzese ha riportato tragicamente alla ribalta in Europa l’influenza A. La trentottenne di Glasgow è deceduta nello stesso ospedale in cui quindici giorni fa aveva dato alla luce il suo secondo figlio, nato prematuro. La donna aveva già vari problemi di salute, dicono i medici e il virus ha aggravato un quadro clinico già delicato. Ma col suo caso, il primo decesso per influenza suina in Europa, torna la paura. La titolare del dicastero della salute scozzese Nicola Sturgeon:

“Qualunque morte è una tragedia. E’ triste ma è necessario sottolineare che questo decesso non significa che il virus sia diventato più pericoloso”. In Gran Bretagna, che è il paese europeo più toccato dalla pandemia, sono partite da tempo le campagne di prevenzione e sensibilizzazione dirette ai cittadini. Mentre le industrie farmaceutiche lavorano a spron battuto per produrre vaccini e anti virali entro l’autunno, periodo in cui si prevede che ci possa essere un picco della diffusione della malattia. Un affare colossale. Solo gli Stati Uniti hanno ordinato a una di queste multinazionali vaccini per quasi 140 milioni di euro. La stessa cosa stanno facendo tutti i governi che ne hanno i mezzi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

UE: Netanyahu, primo passo in giusta direzione