ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Protesta degli iraniani della diaspora davanti all'ambasciata di Teheran a Londra

Lettura in corso:

Protesta degli iraniani della diaspora davanti all'ambasciata di Teheran a Londra

Dimensioni di testo Aa Aa

Non credono ai risultati ufficiali delle elezioni iraniane, e denunciano una mega-frode che avrebbe avuto come obiettivo quello di mantenere al potere il presidente Ahmadinejad. Per questo gli iraniani della diaspora hanno manifestato a Londra, davanti alla ambasciata di Teheran. Per loro dietro le elezioni si nasconde una gigantesca truffa politica.

“Nessuno può credere in questi risultati”, dice un manifestante, “Sono risultati falsi e senza fondamento. Nessuno, nessuno in Iran può dire che questo esito sia accettabile”. Critiche alla affidabilità del processo elettorale – al quale non sono stati ammessi osservatori internazionali – arrivano anche dall’opposizione dei Mujahedin del Popolo, per la quale il reale dato sull’affluenza è di molto più basso di quello ufficiale. “In base alle informazioni e a testimonianze raccolte sul terreno”, spiega Maryam Rajavi, “in 25.000 seggi in tutto il paese, il numero reale delle persone che ha votato si aggira sui sette milioni e mezzo. Quindi più dell’85 per cento degli elettori ha boicottato il voto”. Preoccupazione per le presunte irregolarità e per le violenze postelettorali è stata espressa dalla presidenza di turno dell’Unione europea, affidata in questo semestre alla Repubblica Ceca.