ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuovi scontri a Teheran

Lettura in corso:

Nuovi scontri a Teheran

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è svegliata nella calma, stamattina, Teheran. Ma sulle strade della capitale iraniana restano i segni di una notte di violenza che non sembra terminare. L’annuncio ufficiale della vittoria di Mahmoud Ahmadinejad ha infuocato il Paese. Supera il centinaio, ormai, il numero degli esponenti riformisti arrestati. Alcuni di loro sono stati rilasciati. Tra questi, anche il fratello dell’ex presidente Mohammed Khatami.

Secondo alcune fonti, Mir Hossein Mousavi si troverebbe ai domiciliari. L’ex primo ministro ha contestato duramente il trionfo di Ahmadinejad, stamane trionfante sulla stampa iraniana. Gli oppositori del leader ultraconservatore sono scesi in strada per protestare, al grido di “morte al dittatore”. Ne sono seguite le violenze più dure dalle rivolte studentesche del 1999. Al popolo, Ahmadinejad, ha detto che si è trattato di uno scrutinio totalmente libero. Una grande festa, per l’ayatollah Khamenei. E per i sostenitori del Presidente neo eletto, che oggi scendono a loro volta in piazza al suo fianco.