ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Video Mladic, campagna per screditare la Serbia secondo Belgrado

Lettura in corso:

Video Mladic, campagna per screditare la Serbia secondo Belgrado

Dimensioni di testo Aa Aa

L’umiliazione e la rabbia dei sopravvissuti bosniaci, la reazione irritata della Serbia che denuncia una manovra per vanificare i suoi sforzi di collaborazione con L’Aja.

Le immagini di Ratko Mladic che balla, tiene in braccio un neonato, gioca nella neve hanno sollevato il polverone sul super-ricercato per crimini di guerra e contro l’umanità. A diffondere i video amatoriali dell’ex comandante delle forze serbo-bosniache è stata la tv di Sarajevo. Incerta la datazione delle immagini. Ma per chi come è scampato al massacro di Srebreniça, Mladic è evidentemente ben protetto: “E’ chiaro che c‘è il coinvolgimento dei politici, evitare che lo arrestino fa comodo a tanti, che altrimenti dovrebbero andare a L’Aja” dice una donna. Dopo la cattura, a luglio dello scorso anno, di Radovan Karadzic a conclusione di una latitanza durata 13 anni, Mladic è l’ultimo super ricercato dal Tribunale Pernale Internazionale per i crimini in ex Jugoslavia assieme al serbo croato Goran Hadzic.