ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran, folla ai seggi chiusi con ore di ritardo

Lettura in corso:

Iran, folla ai seggi chiusi con ore di ritardo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attesa massiccia affluenza al voto per le presidenziali in Iran si è verificata. L’apertura delle urne è stata prolungata per le lunghe file ai seggi in una consultazione assurta a referendum sull’operato del presidente uscente l’ultraconservatore Mahmud Ahmadinejad,

“Sono sicuro che la partecipazione della gente aprirà la strada ad un grande passo avanti per la nazione”- ha detto. Ahmadinejad non si mostra impensierito dall’alta affluenza, un dato che, nelle elezioni degli ultimi dodici anni, ha favorito i riformisti: l’avversario in questo caso è l’ ex premier moderato Mir Hossein Mussavi. Ai suoi rappresentanti è stato negata la possibilità di sorvegliare le operazioni di voto, rilanciando la necessità di evitare brogli. Ho promesso agli elettori di vegliare sui loro voti- ha detto Musavi- io e la mia squadra di collaboratori terremo gli occhi aperti fino alla fine” Nella mattina si è registrato inoltre il blocco degli Sms nella capitale Teheran, mezzo ultizzato dai sostenitori di Mussavi soprattutto negli ultimi giorni di campagna elettorale. La notizia è stata smentita dal Ministero degli Interni iraniano.