ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gheddafi a Roma fra riconciliazione e polemiche

Lettura in corso:

Gheddafi a Roma fra riconciliazione e polemiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Italia-Libia: il passato è passato. Ma la visita di Gheddafi a Roma, la prima, è venata dalla polemica.

Accolto dal Premier Silvio Berlusconi, protagonista delle storiche scuse ufficiali alla Libia per il capitolo del colonialismo e le sue ferite, il leader libico ha sottolineato che l’Italia di oggi non è più quella di ieri. Primo appuntamento ufficiale del Colonnello, quello al Quirinale per incontrare il Presidente Giorgio Napolitano. Sull’uniforme nera spiccava la fotografia di Omar al-Muktar, eroe della resistenza libica contro l’invasore italiano, in manette tra i gerarchi fascisti. Un memento per chiarire che la nuova amicizia non cancella le colpe del passato. Ma se la visita suggella il Trattato di Amicizia firmato in agosto, con i relativi risarcimenti e intese commerciali, non si placa la polemica sugli accordi bilaterali che prevedono il respingimento degli immigrati clandestini in Libia. Paese che non garantisce i diritti umani e che non ha firmato la Convenzione di Ginevra. E l’opposizione del Pd ha fatto saltare il discorso di Gheddafi in Senato. Il tutto nel giorno in cui il rappresentante libico Ali Triki è stato eletto Presidente dell’Assemblea Generale dell’Onu per la prossima sessione annuale.