ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Romania: neoeletto bloccato dalla giustizia

Lettura in corso:

Romania: neoeletto bloccato dalla giustizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Non può lasciare il suo Paese, Gigi Becàli, l’imprenditore rumeno, eletto eurodeputato nelle liste del partito estremista Grande Romania.

È indagato per sequestro di persona e il tribunale del primo distretto di Bucarest ha confermato il divieto. Becali ha annunciato ricorso contro la decisione, dicendo che ha diritto a muoversi liberamente su tutto il territorio europeo in quanto eletto eurodeputato. “Se il 16% degli elettori hanno votato per Becali, perché andassi al parlamento europeo, che cosa volete. Se non vi piace perché non avete votato per gli altri candidati così da chiudere il caso”. Il controverso imprenditore è indagato, assieme a cinque persone del suo entourage, con l’accusa di aver sequestrato lo scorso gennaio alcuni malviventi sospettati di avergli rubato l’auto, una Mercedes da oltre 100.000 euro. Arrestato il 2 aprile, Becali era stato liberato, pur restando sotto controllo giudiziario. È patron dello Steaua Bucarest, squadra di calcio di prima divisione.