ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Morte Saro-Wiwa, per evitare il processo Shell paga 11,1 milioni di euro

Lettura in corso:

Morte Saro-Wiwa, per evitare il processo Shell paga 11,1 milioni di euro

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è conclusa con un accordo economico la battaglia legale contro Shell, accusata di complicità con il governo nigeriano per la morte di uno scrittore nel 1995. La comagnia petrolifera ha accettato di pagare 11,1 milioni di euro per evitare il processo.

Ken Saro-wiwa era un esponente ecologista, vittima dell’ex-regime militare nigeriano, per essersi opposto ai suoi metodi di estrazione del petrolio. Interviene Marco Simons, legale Earthrights International: “A Shell e alle compagnie petrolifere che operano nel delta del Niger e nel resto del mondo noi inviamo questo messaggio: non si possono violare i diritti umani, e spingere i soldati a commettere abusi senza essere puniti e senza doverne rendere conto” Nel 1995 l’uomo riusci’, con manifestazioni non violente, a interrompere le attivita’ della compagnia petrolifera nel sud della Nigeria. Fu condannato a morte assieme ad altri civili e da allora i familiari delle vittime hanno perseguito Shell con l’accusa di complicità. Alla la compagnia ha preferito pagare per evitare di comparire in un imbarazzante processo e creare un precedente.