ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brown strappa una tregua: sedata per ora la ribellione interna al Labour

Lettura in corso:

Brown strappa una tregua: sedata per ora la ribellione interna al Labour

Dimensioni di testo Aa Aa

Per adesso ce l’ha fatta. Il premier britannico Gordon Brown è riuscito per il momento a sedare la rivolta interna al partito laburista e a farsi promettere sostegno dai ministri del suo gabinetto, almeno da quelli che ci sono rimasti.

Nel giro di una settimana, 6 ministri lo hanno abbandonato, costringendolo ad un energico rimpasto di governo, a cui sono seguite subito la batosta delle amministrative e delle elezioni europee. “Non c‘è alcuna guerra per la leadership – assicura il ministro della cultura Ben Bradshaw – non c‘è nessun altro candidato. Dobbiamo occuparci delle riforme del parlamento e della crisi”. A questo punto solo una ripresa economica più rapida del previsto potrebbe forse salvare Brown, dopo che alle europee il Labour ha avuto il peggiore riultato da cent’anni a questa parte. In ogni caso, se non si è dimesso ora, sembra improbabile che il premier si dimetta nei prossimi giorni. Le elezioni si dovrebbero tenere a giugno dell’anno prossimo.