ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo, punito il governo socialista

Lettura in corso:

Portogallo, punito il governo socialista

Dimensioni di testo Aa Aa

José Socrates si assume la responsabilità della sconfitta elettorale. Il primo ministro portoghese non si perde comunque d’animo, anche di fronte ai risultati che vedono il suo partito socialista perdere 18 punti percentuali rispetto alle europee del 2004: “Il responso di queste elezioni rende più difficile il nostro compito in vista delle politiche. Ma questo non fa che rinforzare la nostra volontà di prepararci per la vittoria nella prossima consultazione”. A cantare vittoria sono i conservatori del partito socialdemocratico, attualmente all’opposizione in Portogallo. Col 33 per cento dei suffragi, passano in testa nel panorama politico lusitano. “I risultati che abbiamo ottenuto oggi – dice Manuela Ferreira Leite – provano che il nostro partito ha recuperato il ruolo di unica alternativa credibile ai socialisti”. L’affluenza alle urne in Portogallo è stata molto bassa, al 37 per cento. Alla sconfitta dei socialisti è corrisposto il successo dell’estrema sinistra: le varie formazioni hanno ottenuto, complessivamente, il 21 per cento.