ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La maggioranza filo-occidentale conquista il voto

Lettura in corso:

La maggioranza filo-occidentale conquista il voto

Dimensioni di testo Aa Aa

I sostenitori di Hariri festeggiano, Hezbollah ammette la sconfitta. I libanesi hanno consegnato la maggioranza parlamentare alla coalizione uscente del 14 marzo, sostenuta dagli Stati Uniti. Un esito tutt’altro che scontato, che ribalta l’ipotesi di una vittoria del Partito di Dio, appoggiato invece da Siria e Iran.

Per il leader sunnita Saad Hariri, figlio ed erede politico del premier assassinato Rafik Hariri, il vero vincitore è il Libano. “Congratulazioni a tutte le donne e gli uomini che hanno aspettato in coda per votare – ha detto Hariri. Non ho dubbi che il martire premier Rafik Hariri e tutti i martiri ci stiano guardando con gioia, con la consapevolezza che in Libano andrà bene. Non ci sono vincitori o perdenti in queste elezioni. L’unico vincitore è la democrazia nel Libano. Il più grande vincitore è il Libano”. Ha votato quasi il 55 percento degli aventi diritto. Secondo il ministro dell’Interno, una cifra record, che non si registrava da 20 anni. Sulle elezioni hanno vigilato 50.000 uomini della sicurezza. Un centinaio gli incidenti registrati, ma di lieve entità. Gli osservatori internazionali erano 200. Tra loro, quelli europei. Il voto di ieri era considerato cruciale per il Libano, e per l’intera regione.