ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni europee: si consolida il PPE, cala il PSE e cala ancora la partecipazione

Lettura in corso:

Elezioni europee: si consolida il PPE, cala il PSE e cala ancora la partecipazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Astensionismo, crescita degli estremismi: due dei fattori più temuti per queste elezioni europee si sono puntualmente verificati, con l’estrema destra che cresce ovunque, cresce in genere il voto di protesta, e l’affluenza è scesa al 43%. Non il crollo che si paventava, ma poco ci manca. È una conferma, comunque, del progressivo calo in corso da molti anni a questa parte.

Il Parlamento che ne risulta vede un netto rafforzamento del Partito Popolare Europeo, ai danni dell’altro gruppo principale, il PSE. Quasi 270 seggi per il PPE, circa 160 per il PSE. Crescono i verdi, a 54 seggi, calano tutti gli altri. Ma va tenuto conto della categoria: “altri”. Perché alcuni partiti, come il PD italiano, non hanno ancora comunicato in che gruppo andranno a sedere. Probabile che il PSE ottenga un’altra ventina di seggi, qualcuno vada al PPE, e che si formi un nuovo gruppo, più euroscettico, con i conservatori britannici e quelli cechi, in uscita dal PPE, ed altri movimenti euro-scettici che hanno ottenuto seggi per la prima volta. Poi ci saranno i giochi delle maggioranze all’interno dei gruppi, perché per esempio la componente italiana nel PPE diventa davvero determinante. Per evitare sorprese, potrebbe rivelarsi necessaria un’alleanza con il gruppo liberale.