ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cala, ma resta in testa il Pdl di Berlusconi. Si affermano Lega e L'Italia dei Valori

Lettura in corso:

Cala, ma resta in testa il Pdl di Berlusconi. Si affermano Lega e L'Italia dei Valori

Cala, ma resta in testa il Pdl di Berlusconi. Si affermano Lega e L'Italia dei Valori
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ in testa il partito di Berlusconi, Pdl, che cala comunque rispetto alle politiche del 2008 e si attesta a 35,2%. Il Pd perde consensi ma meno di quello che segnalavano i sondaggi alla vigilia e raccoglie il 26,1% dei voti.

Terzo posto per la Lega Nord, col 9,5%. L’Italia dei Valori ottiene l’8%, quasi raddoppiando i consensi rispetto alle politiche dell’anno scorso. L’Udc che alle europee del 2004 aveva il 5,9%, si attesta al 6,5%.

Le due formazioni di sinistra (Rifondazione – Comunisti Italiani e Sinistra e Libertà) non arrivano alla soglia di sbarramento del 4% (entrambe superano di poco il 3%).

Tra le prime reazioni, il leader del Pd, Dario Franceschini, sottolinea che “Il Pdl non ha sfondato. Antonio Di pietro precisa: “Da oggi cercheremo di costruire un modello alternativo a quello del governo Berlusconi, ma il Pd deve scegliere con chi stare”.

Per il Partito delle Libertà ha parlato Ignazio La Russa, che ammette in qualche modo la sconfitta. “Il forte calo di votanti al sud e in particolare nelle isole per il Pdl significa due punti in meno”.