ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arcandor, Berlino rifiuta le garanzie di stato

Lettura in corso:

Arcandor, Berlino rifiuta le garanzie di stato

Dimensioni di testo Aa Aa

Chiuso il capitolo Opel, la nuova emergenza del governo tedesco si chiama Arcandor. I dipendenti del gruppo, proprietario della catena di grande distribuzione Karstadt, hanno iniziato a mobilitarsi in difesa di 56mila posti di lavoro. Il futuro è quantomami incerto: l’azienda reclama milioni di euro in aiuti di stato, senza i quali dovrà dichiarare la bancarotta.

Il ministro dell’economia vuole però vederci chiaro: “Prima di cercare fondi pubblici – dice – bisogna cercare investitori privati, che in questo caso non mancano”. Il ministro fa riferimento alle trattative informali con il gruppo rivale Metro, che però si sono conclusi con un niente di fatto, e incita Arcandor a riprendere su quella stessa strada. Arcandor si è vista rifiutare una richiesta di centinaia di milioni di euro in garanzie di stato. In settimana attende di sapere se il governo le concederà un prestito da 437 milioni di euro per proseguire l’attività per alcuni mesi.