ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tra "pirati" ed euroscettici, l'avanzata dei nuovi schieramenti

Lettura in corso:

Tra "pirati" ed euroscettici, l'avanzata dei nuovi schieramenti

Tra "pirati" ed euroscettici, l'avanzata dei nuovi schieramenti
Dimensioni di testo Aa Aa

Tra le novità di queste elezioni, il Partito Pirata svedese (PP), che difende le libertà del Web: ottiene 1 seggio, col 7,1% dei consensi.
Tra gli euroscettici che avanzano, l’austriaca Lista Martin raggiunge il 17,9%, divenendo il terzo partito del paese; mentre in Finlandia il partito dei “Veri Finlandesi”, anti-immigrazione, ottiene il 10% dei voti, rispetto allo 0,5% delle precedenti europee: il che gli permette di fare il suo ingresso in Parlamento con 1 dei 13 seggi finlandesi.
Si fanno notare anche i risultati di alcuni partiti “minori”: come il 17% della destra xenofoba olandese PVV, che in Olanda diventa il secondo partito, e il sorprendente 16% degli ecologisti francesi di Europe Ecologie.
E nell’ondata delle destre estreme, fa discutere la performance dello schieramento britannico BNP, che guadagna 2 seggi a Strasburgo.