ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europee e regionali, il Belgio vota sul futuro dei rapporti interetnici

Lettura in corso:

Europee e regionali, il Belgio vota sul futuro dei rapporti interetnici

Dimensioni di testo Aa Aa

Andando oggi a votare i belgi più che ai deputati da mandare a Strasburgo, pensano al futuro del loro paese, strettamente legato alle elezioni regionali abbinate alla consultazione europea.

In gioco c‘è il rinnovo delle sei entità federate che fanno parte del Regno, e quindi gli equilibri tra fiamminghi e valloni. I due principali gruppi etnici da anni sono paralizzati in un braccio di ferro che ha finito per congelare i negoziati, rimandando il confronto a dopo le elezioni regionali di oggi. I sondaggi indicano la possibilità che nella regione fiamminga le forze moderate mantengano la maggioranza, anche in presenza di un rafforzamento della destra estrema. Per la regione francofona si ipotizza una crescita dei verdi, che diverrebbero ago della bilancia. Il timore di molti osservatori tuttavia è che se dalle urne uscisse uno scenario dominato dalle forze radicali, le conseguenze sugli equilibri politici potrebbero arrivare a indebolire lo stesso governo federale, coalizione fra tre partiti fiamminghi e due valloni.