ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europa orientale: in Bulgaria e Ungheria vince la destra. In Polonia si attesta il partito del premier

Lettura in corso:

Europa orientale: in Bulgaria e Ungheria vince la destra. In Polonia si attesta il partito del premier

Dimensioni di testo Aa Aa

In Bulgaria, il partito conservatore bulgaro GERB, cui appartiene il sindaco di Sofia, Boïko Borissov, ha vinto le elezioni con il 24,5% dei consensi.
 
Attorno al 20% è il secondo partito bulgaro, quello socialista del premier Stanichev. I principali partiti minori di ispirazione liberale, MDL e MNSP, ottengono rispettivamente circa il 13,5% e il 7%. Intorno all’8% è il risultato della conservatrice Coalizione azzurra.
 
 
In Ungheria il principale partito di opposizione, la FIDESZ, consegue una schiacciante vittoria sul partito socialista (MSZP) al governo, conquistando il 56,3% dei voti contro il 19%.
 
Forte affermazione anche del partito di estrema destra, JOBBIK, che con l’14,77% entra a Strasburgo.
 
Netta vittoria, in Polonia, per il partito liberale Piattaforma Civica (PO), del premier Donald Tusk: ottiene il 44,39% dei voti, raddoppiando i consensi. Staccato il partito conservatore ed euroscettico Diritto e Giustizia, dei gemelli Kaczynski.