ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

D-Day, Obama: "Quel giorno unì per sempre Europa e Stati Uniti"

Lettura in corso:

D-Day, Obama: "Quel giorno unì per sempre Europa e Stati Uniti"

Dimensioni di testo Aa Aa

Uniti per ricordare la liberazione dell’Europa dal nazifascismo, nel 65esimo anniversario dello sbarco alleato in Normandia.

Barack Obama, Gordon Brown, Nicolas Sarkozy, il canadese Stephen Harper e il principe Carlo d’Inghilterra a Colleville-sur-mer, davanti alla spiaggia di Omaha Beach. E ai posti d’onore, i veterani del 6 giugno 1944. Il senso di quella battaglia e delle sue conseguenze nelle parole del premier britannico. “Nel giugno del 1944, in questo posto e in quel preciso momento storico, Europa e Stati Uniti sono state vicine come mai prima di allora e a partire da quei giorni sono eterne alleate proprio in virtù di quello che successe qui”. Per ogni presidente americano è una tradizione venire almeno una volta a visitare i luoghi del D-Day. L’intervento di Obama era tra i più attesi. “Amici e veterani, non possiamo dimenticare – ha detto – non possiamo dimenticare che nel D-Day il coraggio e l’altruismo di pochi sono stati in grado di cambiare il corso di un intero secolo”. Davanti al cimitero militare di Colleville-sur-mer, dove sono sepolti più di 9mila soldati statunitensi, quattro veterani, un francese, un britannico, un americano e un canadese, sono stati insigniti della legion d’onore dal presidente francese Sarkozy.