ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il sabato delle europee

Lettura in corso:

Il sabato delle europee

Dimensioni di testo Aa Aa

Il sipario sulla tormentata presidenza europea della Repubblica Ceca cala a fine giugno. Ma l’Europa qui è lontana.

Il voto per le europee, che è iniziato venerdì pomeriggio e che si chiude sabato alle 14, è vissuto come un test elettorale tutto nazionale. Mirek Topolanek contro Jiri Paroubek. Liberali contro socialdemocratici. Dopo la caduta del governo di Mirek Topolanek, nel marzo scorso, i due pesi da novanta della politica ceca guardano già alle legislative di ottobre. A movimentare gli ultimi giorni della campagna elettorale europea, le uscite del presidente della Repubblica, l’euroscettico Vaclav Klaus, che ha giudicato le elezioni non necessarie e che si è laciato scappare pergiunta alla radio di non andare a votare. Il tasso di partecipazione, venerdì, ha superato il 28%, percentuale delle ultime consultazioni, restando comunque inferioriore alla media europea. Sabato voteranno oltre che Repubblica Ceca anche Italia, Lettonia, Cipro, Malta e Slovacchia. Le operazioni di voto nell’unione si concluderanno domenica. Gli ultimi seggi a chiudere, alle 22 ora locale, quelli di Polonia e Italia, (qui le europee, insieme alle amministrative, si svolgono nel corso di un giorno e mezzo a partire da sabato pomeriggio). I primi risultati ufficiali saranno resi disponibili dall’ europarlamento a partire dalle 23 di domenica.