ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Bce lascia invariati i tassi all'1%

Lettura in corso:

La Bce lascia invariati i tassi all'1%

Dimensioni di testo Aa Aa

La Banca centrale europea ha lasciato invariati i tassi di interesse all’1%, prevedendo che l’economia della zona euro continuerà a contrarsi nella seconda metà dell’anno, ma a un ritmo più lento.

L’istituto ha rivisto al ribasso le previsioni sulla recessione nel 2009, al 4,6% rispetto alla stima precedente del 2,7 per cento. Il presidente della Bce, Jean Claude Trichet: “Dopo una fase di assestamento, il ritorno a una crescita positiva è atteso per la metà del 2010. Questa previsione tiene conto del fatto che alcuni effetti perversi della crisi si manifesteranno con un tempo di ritardo, ad esempio il deterioramento del mercato del lavoro che proseguirà nei prossimi mesi”. Trichet ha dichiarato che i tassi all’1% non costituiscono necessariamente una soglia minima, lasciando aperta l’eventualità di nuovi tagli. Nell’ambito del programma di acquisto di bond garantiti annunciato a maggio, l’istituto comprerà 60 miliardi di euro di titoli sui mercati primario e secondario. Anche la Banca d’Inghilterra non ha riservato sorprese, confermando i tassi al minimo storico dello 0,5% per il terzo mese consecutivo. Inalterato anche il piano per acquistare 125 miliardi di sterline in titoli di Stato e obbligazioni societarie.