ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Campagna trans-nazionale per le europee

Lettura in corso:

Campagna trans-nazionale per le europee

Dimensioni di testo Aa Aa

Johannes Lebech, eurodeputato liberale danese, ha fatto la sua campagna elettorale in giro per l’Europa.

Con il treno ha raggiunto gli angoli più lontani dell’Unione. “Si tratta di una campagna elettorale trans-nazionale, viaggiando in tutta Europa ho voluto sottolineare che non si tratta di una consultazione nazionale, ma al contrario ma di un’elezione europea”. Tranne qualche rara eccezione si è visto l’esatto contrario. Nei 27 stati membri ci sono state 27 campagne nazionali, incentrate sui temi interni piuttosto che sulle tematiche europee. Nei Paesi dove si svolgono in contemporanea le amministrative, come in Italia e Gran Bretagna, la posta in gioco locale è molto alta; in altri come in Germania il voto è vissuto come un test elettorale per le prossime legislative di settembre. I primi a essere disinteressati ai dibattiti transnazionali sono gli stessi politici. La dissafezione e il disinteresse degli elettori è spiegato così da Oskar Niedermayer, della Libera Università di Berlino. “La gente non pensa si tratti di chiacchiere inutili, ritengono si tratti di questioni europee, ma le questioni europee di per sè non sono importanti. È questo il problema”. Il tasso di partecipazione potrebbe essere il più basso nella storia delle elezioni malgrado gli inviti dei dirigenti europei.