ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Molla anche il ministro dell'Interno: governo Blair allo sbando

Lettura in corso:

Molla anche il ministro dell'Interno: governo Blair allo sbando

Dimensioni di testo Aa Aa

Una missione quasi impossibile quella di Gordon Brown: fare campagna elettorale mentre un rimpasto di governo non tarderà che pochi giorni.

La questione non riguarda solo la maggioranza laburista ma tutta la classe politica britannica: l’operazione di pulizia è indispensabile difronte allo scandalo dei rimborsi gonfiati richiesti da molti deputati. Un terremoto che continua a mietere vittime. Ultima in ordine di tempo il ministro dell’Interno Jaqui Smith. A far cadere la mannaia anche su di lei, due film porno che il marito ha fatto passare fra le fatture da rimborsare. Totale: l’equivalente di 70 euro circa. Nel mirino c‘è anche uno dei fedelissimi di Brown, il ministro delle Finanze Alistair Darling che per ora non parla di dimissione e spiega: “Quello che la gente si aspetta da noi è che andiamo avanti nel nostro lavoro, che è occuparci del Paese per superare una delle crisi più nere mai viste. Ed è quello che stiamo facendo”. Tra i più quotati per una possibile sostituzione di Darling c‘è l’attuale ministro dell’Infanzia Ed Balls. Ma lo scossone alla squadra di governo non si ferma qui: anche il posto di Hazel Blears, ministro per le Comunità, è ormai un posto a termine. Un quadro generale che rende comprensibili le previsioni dei sondaggi: il Labour sarebbe solo il terzo partito, ben lontano non solo dai conservatori di Cameron ma anche dai liberal-democratici. Una spada di Damocle sulla testa di Brown.