ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Opel: soddisfazione di Putin per il lavoro svolto da Sberbank

Lettura in corso:

Opel: soddisfazione di Putin per il lavoro svolto da Sberbank

Dimensioni di testo Aa Aa

Con l’accordo Opel-Magna, la Russia, vero protagonista dell’operazione, rilancia il suo mercato dell’auto. E’ in questi termini che il Primo ministro russo Vladimir Putin esprime la propria soddisfazione per come si è conclusa la trattativa con il governo tedesco di Angela Merkel. Lo ha detto durante un incontro con il Presidente di Sberbank Guerman Gref:

“Il governo russo ha una strategia di sviluppo dell’industria automobilistica ed è in questa prospettiva che arriva questo accordo. Il governo non partecipa direttamente a questa operazione ma si felicita per il lavoro svolto da Sberbank”. Sberbank, istituto bancario russo semi-pubblico, la prima banca del Paese, sarà detentrice del 35% di Opel, rispetto al 20% spettante a Magna. Grazie all’accordo il costruttore russo Gaz, fabbricante della storica Volga, entra come partner industriale. Per i detrattori dell’operazione, costata a Berlino non pochi dissensi all’interno della maggioranza, il calcolo di Mosca si basa sull’ipotesi utopica di vendere oltre 1 milione di auto sul mercato russo nel prossimo anno. Con buona pace di Fiat, il cui piano ha avuto il ‘niet’ di Berlino.