ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atlantico, trovati resti dell'aereo precipitato

Lettura in corso:

Atlantico, trovati resti dell'aereo precipitato

Dimensioni di testo Aa Aa

Individuati alcuni resti dell’Airbus di Air France con 228 persone a bordo precipitato ieri sull’Atlantico. E’ stato l’equipaggio di un velivolo militare brasiliano a fare il primo avvistamento. Si tratta di pezzi metallici, salvagenti e sedili di aereo che galleggiano sulla superficie del mare. Il luogo del ritrovamento è a circa 650 chilometri al largo dell’isola Fernando da Noronha, a nord est della costa brasiliana. Il disastro sarebbe dunque avvenuto poco dopo l’ultimo contatto radio con il controllo brasiliano. “In termini giuridici – dice Jorge Amarao, portavoce dell’Aeronautica militare brasiliana -, non possiamo confermare che si tratti dell’aereo che stiamo cercando. Per confermarlo dovremo trovare un pezzo col numero d’immatricolazione o comunque qualcosa che l’identifichi come l’Airbus di Air France”. Ma per sapere la verità su quello che è successo al volo 447 occorre localizzare e recuperare le due scatole nere del velivolo. Un’impresa che si annuncia ardua. “Il recupero di oggetti nell’oceano è molto difficile – dice il portavoce dell’esercito francese Christophe Prazuck – perché il fondo marino è poco praticabile e soprattutto è sotto 4 mila metri d’acqua”. I pezzi finora individuati si trovano in un raggio di 60 chilometri di superficie. Le correnti atlantiche li stanno spostando, rendendo l’opera di ricerca ancora piu’ difficile. Equipaggi brasiliani, francesi e statunitensi si stanno concentrando nella zona del disastro.