ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mistero sulle cause del disastro

Lettura in corso:

Mistero sulle cause del disastro

Dimensioni di testo Aa Aa

Com‘è possibile che un moderno aereo di linea possa precipitare in pieno oceano senza nemmeno il tempo di lanciare il mayday? E’ l’interrogativo che tutti si pongono. La prima domanda che facciamo a Giovanni Magi, giornalista di euronews esperto di aviazione, è sull’affidabilità del velivolo. “L’Airbus 330 è uno degli aerei a lungo raggio più diffusi al mondo, ne circolano circa 600 e altri 400 sono nel portafoglio ordini del costruttore. Finora il 330 non aveva mai conosciuto incidenti gravi”. Una delle ipotesi, avanzata dalla stessa Air France, è che l’aereo abbia attraversato una tempesta e sia stato colpito da un fulmine.

“Un fulmine di per sé non può far precipitare un aereo. Il fulmine può contribuire a peggiorare una situazione già problematica o può innescare dei guasti. Ma nella storia dell’aviazione non è mai accaduto che un aereo fosse abbattuto da un fulmine”. Soltanto il recupero delle scatole nere potrà gettare luce sulle cause del disastro. Un’impresa ardua, fatta sulla zona dove si presume che l’aereo si trovasse in occasione dell’ultimo contatto con i centri di controllo.