ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accuse di schiavismo nei campi di fragole dell'Alsazia

Lettura in corso:

Accuse di schiavismo nei campi di fragole dell'Alsazia

Dimensioni di testo Aa Aa

Cinquanta centesimi per ogni chilo di fragole raccolte: una paga talmente bassa da fare scattare l’accusa di “schiavismo”.

In Francia, a Brumath, ad appena 20 chilometri da Strasburgo, nel cuore dell’Unione europea, è stata aperta un’inchiesta sulle condizioni di lavoro di una cinquantina di donne romene, polacche e ucraine. “Una bracciante – spiega André Hemmerlé, rappresentante sindacale – è stata pagata solo 6 euro per dieci giorni di lavoro, perchè le hanno detratto i costi di trasporto, vitto e alloggio”. Il datore di lavoro, tedesco, impegnato nella coltivazione di fragole e asparagi in Alsazia, era già stato attacato in giustizia in passato, condannato e poi assolto in appello.