ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Seul e Washington alzano il livello d'allerta

Lettura in corso:

Seul e Washington alzano il livello d'allerta

Dimensioni di testo Aa Aa

Corea del Sud e Stati Uniti hanno alzato il livello di allerta militare. Sulla scia delle ultime provocazioni di Pyongyang, Seul e Washington restano pronte a rispondere alle minacce, mentre dall’Onu potrebbero arrivare, già dalla prossima settimana, nuove sanzioni contro il regime comunista di Kim Jong-Il.

La Corea del Nord considera la tregua che ha posto fine alla Guerra di Corea morta e sepolta. Tra minacce di guerra, lanci di missili e prove di forza nucleare, questi ultimi giorni hanno segnato il livello di tensione più elevato dal test nucleare condotto nel 2006. Il Segretario di Stato americano Hillary Clinton ha ribadito l’intenzione di Washington di mantenere gli impegni presi per la difesa della Corea del Sud e del Giappone. “Tutto questo – ha detto – rientra nei nostri obblighi di alleanza che noi prendiamo molto seriamente. Speriamo – ha aggiunto la Clinton – che ci sarà l’opportunità per la Corea del Nord di rientrare nel contesto dei negoziati a sei”. La Corea del Nord sarebbe pronta a nuovi test su missili a corto raggio al largo della sua costa occidentale. Ultima di una serie di provocazioni raramente viste dalla Guerra di Corea del 1950-1953. Il comando congiunto di Stati Uniti e Corea del Sud conta 28.500 militari statunitensi e 670.000 soldati sudcoreani, pronti a respingere le minacce del regime comunista.