ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La Francia apre all'indennizzo delle vittime dei test nucleari


Francia

La Francia apre all'indennizzo delle vittime dei test nucleari

Tredici anni dopo l’ultimo test nucleare effettuato dal governo francese, il ministro della difesa ha presentato un progetto di legge per indennizzare le vittime. Se approvato in tempi brevi, entrerà in vigore entro la fine dell’anno.

“Avremo un regime di indennizzo paragonabile a quello di altre grandi democrazie che, per garantire la propria sicurezza, hanno realizzato test nucleari: penso a Gran Bretagna e Stati Uniti”. Meglio tardi che mai, commentano i comitati di sostegno alle vittime, che però contestano le stime del governo: “Il ministro cerca di minimizzare le conseguenze di questi test, parlando di poche centinaia di vittime. Invece diverse migliaia di persone hanno contratto malattie che non possono essere insorte a causa di una predisposizione genetica o a causa del fumo, ma unicamente per la loro presenza sul luogo dei test. E queste persone stanno facendo fronte comune sia in Francia che in Polinesia”. La Francia ha condotto 210 test nucleari tra il 1960 e il 1996, nel deserto algerino e in Polinesia. Il testo prevede di stanziare 10 milioni di euro per il primo anno.
Prossimo Articolo

mondo

Bruxelles: nuovo allarme incendio alla sede della Commissione Europea