ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea del Nord: la sfida alla comunità internazionale continua

Lettura in corso:

Corea del Nord: la sfida alla comunità internazionale continua

Dimensioni di testo Aa Aa

A pieno regime la macchina della propaganda della Corea del Nord, che nelle scorse ore ha effettuato, dalla costa orientale verso il Mar Giallo, un nuovo lancio di missile, all’indomani del lancio di altri due vettori a corto raggio.

Il regime di Kim Jong-il ha pure fatto sapere di non sentirsi piu’ legato all’armistizio del ’53 con Seul, e ha minacciato di rispondere militarmente alla decisione della Corea del Sud di aderire all’iniziativa americana, lanciata nel 2003 da Bush, di vietare il trasferimento di tecnologie e armi di distruzione di massa. Mentre ancora oggi al Consiglio di Sicurezza dell’Onu si discute di possibili ulteriori sanzioni contro Pyongyang, il Giappone, direttamente coinvolto nei test degli ultimi giorni, parla di un errore di calcolo da parte della Corea del Nord, “che si ritiene vittima di sanzioni ingiuste, e pretende scuse dal Consiglio di Sicurezza, ha detto Takeo Kawamura, rappresentante del governo nipponico. Il Giappone considera l’ultimo lancio di missile una sfida alle Nazioni Unite.” E fonti sudcoreane rivelano inoltre che sarebbe stato rimesso in funzione l’impianto di estrazione del plutonio di Yongbon, risalente all’epoca sovietica, che Pyongyang si era impegnata a smantellare in cambio di aiuti economici.