ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuovo affronto di Pyongyang

Lettura in corso:

Nuovo affronto di Pyongyang

Dimensioni di testo Aa Aa

Due missili a corto raggio hanno solcato il cielo della Corea del Nord: i razzi terra-aria e terra-mare lanciati dalla costa est del paese, sono un nuovo affronto dopo il test nucleare di ieri condannato dalla comunità internazionale.

I ministri degli esteri dell’Asem, Asia-Europe-Meeting, riuniti ad Hanoi, hanno dichiarato ieri sera che il test atomico sotteraneo, il secondo in tre anni, è una “violazione evidente delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu”. Il ministro degli esteri svedese, Carl Bildt: “C‘è un accordo totale sulla Corea del Nord. Nessuno sostiene la posizione di Pyongyang e il test viene considerato come un’azione provocatoria e pericolosa per la stabilità della regione”. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, convocato ieri sera d’urgenza dalla presidenza di turno russa, ha deciso di preparare una risoluzione che comporterà una serie di nuove sanzioni per Pyongyang. L’azione della Corea del Nord ha spinto il Sud a decidere per l’adesione al PSI, Iniziativa di Sicurezza contro la Proliferazione di armi di distruzione di massa. Finora Seul aveva scelto lo statuto di osservatore per non irritare il Nord. Il test atomico di ieri ha avuto una potenza pari a 20 chilotoni, provocando una scossa sismica di 4,7 gradi della scala Richter.