ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Russia stringe la cinghia

Lettura in corso:

La Russia stringe la cinghia

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi russa è più profonda del previsto. Il ministro per lo sviluppo economico Andrei Klepatch ha anunciato che il prodotto interno lordo è precipitato del 9.8% nel primo quadrimestre del 2009. Nel solo mese di aprile del 10.5%.

Il presidente Medvedev ha corretto la previsione di deficit per il 2009 al 9% contro il 7.4 annunciato in precedenza. La Russia è investita dalla contrazione dei prezzi del barile e dal calo della domanda mondiale di materie prime. Il petrolio russo si esporta, dall’inizio dell’anno, a meno della metà rispetto allo stesso periodo nel 2008. Scende del 16.9% anche la produzione industriale. I russi si preparano ad affrontare nuovi tagli nell’impiego e in busta paga.